Archivio

Archivio per novembre 2009

Roberto Maragliano a Lecce il 24 e il 25 novembre 2009

21 novembre 2009

Nei giorni 24 e 25 il prof. ROBERTO MARAGLIANO, uno tra i più significativi pedagogisti italiani, sarà a Lecce, per tenere una serie di Conferenze. Si fornisce il programma delle due giornate:

24 novembre, ore 16: Maragliano incontrerà i tesisti del progetto LABORATORIO MEMORIA. Il tema: Rappresentazioni di scrittura: un invito al gioco. Luogo: Palazzo Parlanlangeli, Dipartimento di Scienze Pedagogiche, Psicologiche e Didattiche dell’Università del Salento.

25 novembre, ore 10: Maragliano incontrerà gli allievi del Dottorato di PEDAGOGIA dello SVILUPPO. Il tema: Che fine ha fatto la pedagogia progressista? Luogo: Palazzo Parlanlangeli, Dipartimento di Scienze Pedagogiche, Psicologiche e Didattiche dell’Università del Salento.

25 novembre, ore 18: Tavola rotonda con Maragliano, Paparella, Colazzo e Mengoli, Blasi presso la Sala Conferenze MEDIATECA di MELPIGNANO, via Dafni, sul tema: Comunicazione, memoria, educazione, vecchi e nuovi media. In occasione dell’incontro verrano presentati i seguenti volumi:
Abruzzese – Maragliano, Educare e comunicare. Spazi e azioni dei media (Bruno Mondadori, Milano);
Mengoli – Colazzo, Otala ‘ttorna Pippina (Amaltea, Melpignano).

Intervento a Galatone (14.11.2009) per “Protocaos”

21 novembre 2009

Carlo Bernardini e l’insegnamento della scienza ai bambini

21 novembre 2009

Un’intervista di Education 2.0 al fisico Carlo Bernardini, che parla di come insegnare la scienza ai bambini. >>>

Fiera dell’Innovazione: le aziende spin-off dell’Università del Salento si presentano

17 novembre 2009

Il 20 novembre 2009 alle Officine Cantelmo le aziende spin-off dell’Università del Salento si presentano, valorizzando l’idea innovativa da cui sono nate e che intendono, con la loro azione, perseguire.

Tra le altre c’è EspérO, l’azienda spin-off nata per realizzare formazione secondo concezioni metodologiche innovative, soprattutto nel campo manageriale.

La locandina dell’iniziativa >>>

Presentazione del Laboratorio di scrittura creativa per “Protocaos”

17 novembre 2009

Il 14 novembre 2009 a Galatone c’è stata la presentazione del Progetto “Le storie del posto” dell’Associazione Culturale “Protocaos”.
Di che cosa si tratta? Ce lo dice Giorgio Colopi, l’animatore dell’iniziativa:
“Protocaos, ovvero “le storie sul posto”, è un progetto artistico nato in seno al bando della regione Puglia denominato “Principi Attivi” per il quale è stato chiesto ed ottenuto il patrocinio gratuito del Comune di Galatone. A partire da gennaio 2010 verranno pertanto avviati diversi laboratori strettamente interconnessi tra di loro: uno di scrittura creativa, uno teatrale, una teatrale-cinematografico ed uno musicale, che traggono ispirazione dal territorio di Galatone, dai suo luoghi e dalla sua storia. Importanti le figure coinvolte in questo progetto: Salvatore Colazzo, docente di Pedagogia sperimentale presso l’Università del Salento, Ippolito Chiarello, nota attore teatrale e cinematografico, Giorgio Colopi, giovane e promettente psicologo ed arteterapeuta salentino, Giocchino Palma, docente presso il Conservatorio di musica “T. Schipa” di Lecce, Cecilia Maffei e Lea Barletti della compagnia teatrale Induma Teatro. Le attività saranno prevalentemente rivolte a ragazzi e ragazze delle scuole medie superiori di Galatone o ivi residenti della fascia di età compresa tra i 13 ed i 20 anni. Ci piace pensare alle “Le storie sul posto” come un contenitore di idee e una fabbrica allo stesso tempo. Riassumendo in poche parole si potrebbe dire questo: ci sono dei luoghi che ispirano storie, le storie diventano cortometraggi, i cortometraggi si arricchiscono di musica. Il progetto Protocaos ha però anche un’altra importante ambizione, quella di creare una rete, una comunità, di mettere in relazione, con lo scopo finale di realizzare dei cortometraggi, diverse realtà presenti nel territorio. Ai prodotti finali, gli audiovisivi, verrà data la massima visibilità possibile tramite proiezioni pubbliche, partecipazioni a festival, articoli su giornali, etc. In questo modo, nelle nostre aspettative, verranno promossi i luoghi di Galatone ed il paese intero avrà un ritorno di immagine importantissimo sia sul piano culturale che sul piano commerciale (turismo)”.

Il video dell’intervento di Salvatore Colazzo >>>

Interviste a Gioacchino Palma et alii a proposito dei Laboratori “Protocaos”

17 novembre 2009

Intervista Galatone

17 novembre 2009

Intervista realizzata dalla web tv Mybox di Galatone a proposito della manifestazione di presentazione del Laboratorio di scrittura creativa organizzato per l’Associazione “Protocaos”.

Inquietudine: un’intervista a Duccio Demetrio

12 novembre 2009

Rilancio questa bella intervista di Gabriella Arazzi a Duccio Demetrio sul tema dell’inquietudine, che contiene, tra l’altro, alcune suggestioni per un counseling su base pedagogico-filosofica. >>>

A scuola di partecipazione

12 novembre 2009

Il FORMEZ annuncia il varo di Scuole di Partecipazione, per migliorare la capacità di utilizzo a fini sociali dei fondi messi a disposizione dalla Unione Europea fino al 2013.

“Partono in Puglia il 26 novembre 2009 le Scuole di partecipazione C.A.S.T. – Cittadini e Amministrazioni per lo Sviluppo dei Territori, previste all’interno della Convenzione Formez-Regione Puglia “Sviluppo e Qualificazione della Partecipazione all’interno del PO FESR 2007-2013”.

La Convenzione ha come obiettivo il migliore utilizzo dei Fondi Comunitari attraverso il sostegno dei processi di cambiamento nelle amministrazioni, da realizzare tramite la diffusione e il consolidamento di processi partecipativi.
Le Scuole di partecipazione intendono promuovere il policy making relativo ai Piani strategici di Area Vasta, connotandolo con un forte coordinamento interistituzionale e attraverso forme di partecipazione e collaborazione con gli attori locali”.

Un convegno sul cibo

12 novembre 2009

Rilancio questa notizia, trasmessa dall’Ufficio Comunicazione dell’Università del Salento, ritenendo interessante l’iniziativa:

“Si terranno il 12 ed il 13 novembre 2009 presso la Sala Conferenze del Rettorato, Piazza Tancredi 7, in occasione delle Celebrazioni della “Giornata Mondiale dell’Alimentazione”, due Convegni organizzati dal Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali dell’Università del Salento.

L’iniziativa ha ricadute sia culturali che economiche in funzione della attività di promozione dei prodotti agroalimentari del territorio. Il Convegno del 12 novembre 2009 (“La sicurezza alimentare e la mancanza di cibo: il ruolo dei mercati in tempi di crisi”), con inizio alle ore 10.00, intende realizzare una partecipazione fattiva alla campagna di sensibilizzazione “L’Italia con l’ONU contro la fame nel mondo” nell’ambito dell’adesione al Comitato Nazionale per le Celebrazioni Ufficiali Italiane della Giornata Mondiale dell’Alimentazione (GMA) 2009 da parte dell’Università del Salento. Il Convegno è indirizzato a stimolare un dibattito attraverso interventi che riguardino il tema della scarsità delle risorse alimentari. In dettaglio, verrà sottolineato come la crisi economica abbia fatto emergere i limiti dei modelli adottati nel passato e la necessità di soluzion i alternative, che si basino su modelli che possano sostituirsi, ma talvolta essere anche complementari, rispetto al paradigma del mercato.

La Mostra Convegno dal titolo “I prodotti tipici: la ricchezza alimentare del territorio” del 13 novembre, ore 16.00, ha invece lo scopo di favorire la conoscenza dei prodotti tipici del territorio, il loro valore salutistico ai fini di una corretta alimentazione e la loro sicurezza alimentare e quindi pubblicizzarne il consumo attraverso la loro valorizzazione.

In connessione a quanto illustrato il percorso didattico “La buona cucina spiegata ai bambini” (da realizzare nel periodo novembre 2009 – febbraio 2010) intende fornire i rudimenti di educazione alimentare e igiene, attraverso un corso di cucina durante il quale i bambini realizzeranno, con l’assistenza di esperti, ricette tipiche locali e di altri paesi ricevendo spiegazioni riguardo al loro valore nutrizionale, ad esempio attraverso la semplice valutazione dei pesi, dei volumi, e del contenuto in grassi, proteine e zuccheri. Il corso di cucina, indirizzato sia a bambini che a bambine (auspicabile una perfetta parità) avrebbe lo scopo di fornire ricadute educative indirette all’interno delle famiglie di provenienza a tutti i livelli sociali”.