Archivio

Archivio per dicembre 2011

La morte di Aldo Bello

30 dicembre 2011

Apprendo da un giornale locale la morte di Aldo Bello, avvenuta il 26 dicembre 2011. Direttore di” Apulia”, rivista della Banca Popolare Pugliese, galatinese, aveva 74 anni.  Lo avevo conosciuto grazie ad Antonio Verri, del quale era amico ed estimatore. Uomo di cultura, direttore dal 1991 al 1993 di Televideo-Rai, aveva svolto per lunghi anni attività giornalistica per Radio-Rai. Autore di numerosi libri tra cui “Amare contee”,  ”L’idea armata”,  ”Passo d’Oriente” e “L’Imam”. Aveva serbato un intenso legame con la sua terra, alla quale tornava ogni qualvolta gli si presentasse l’occasione. L’ultima volta che l’ho visto è stato a Giuggianello nell’agosto del 2009, in occasione del Premio Monolite d’Argento: l’organizzazione volle che fossi io a consegnargli il premio e scrivessi la motivazione. Per quell’occasione rividi alcuni suoi articoli usciti su “SudPuglia” (poi “Apulia”), apprezzandone la lucidità di pensiero e la qualità della scrittura.

Due articoli sull’accoglienza degli ebrei a Santa Maria al Bagno

17 dicembre 2011

Due contributi apparsi su “Spigolature Salentine” consentono la ricostruzione della vicenda dell’accoglienza, durante la seconda guerra mondiale, di un gruppo di profughi ebrei, inviati nel Salento, in attesa della conclusione del conflitto

http://spigolaturesalentine.wordpress.com/2011/05/04/santa-maria-al-bagno-e-gli-ebrei-tra-1944-e-1945/#more-26117

http://spigolaturesalentine.wordpress.com/2011/12/17/libri-gertrude-e-samuel-goetz-sopravvissuti-alla-shoah/

 

SEMINARIO SULLA PET-THERAPY

12 dicembre 2011

SEMINARIO DI STUDIO

\\\\\Durante le mattine del 19 e del 20 dicembre 2011 si svolgerà un Seminario di Studio dal titolo

\\\\\IL BENESSERE NELLA RELAZIONE UOMO-ANIMALE.

\\\\\PERCORSI PEDAGOGICI E CLINICI DELLA PET-THERAPY

PER SCARICARE LA LOCANDINA

 

L’e-learning oggi

5 dicembre 2011

In questa intervista, realizzata da Alessandra Lippo, per la web-tv dell’Università del Salento, Salvatore Colazzo, professore di pedagogia sperimentale, illustra gli sviluppi recenti dell’e-learning e le sue potenzialità. Illustra alcuni contenuti del libro “L’apprendimento digitale” (scritto assieme a M.G. Celentano per l’editore Carocci), quelli più orientati a definire il nuovo ruolo che assume il discente in un’azione didattica che, sapendo valorizzare la continuità che i media digitali stabiliscono tra processi comunicativi e processi educativi, fa leva sul cooperative learning e sulle comunità di apprendimento. Si sofferma ad illustrare le motivazioni che lo hanno indotto a promuovere la nascita di un’azienda spin-off: Espéro, orientata a coniugare le grandi potenzialità dell’apprendimento esperienziale e per metafora, con le opportunità dell’apprendimento digitale. Formula l’auspicio che la didattica sappia integrare le tecnologie nel suo operare di routine, per accedere a forme di “apprendimento aumentato”.

PER ACCEDERE ALL’INTERVISTA >>>